If you keep browsing this website, clicking on links, you accept cookies and further services.

 

GP of Portugal with light and shadow for Honda Racing RedMoto World Enduro Team


redmoto enduro portogallo gp
 
For the second year in a row Castelo Branco, Portugal, hosted the Enduro World Championship. A high-technical race with 12 special tests on Saturday and 11 on Sunday, divided into a cross, an enduro and an extreme test. A weekend of lights and shadows for Honda Racing RedMoto World Enduro Team, which faced the third round of the season with injuries and bad luck, but also some satisfactions.

redmoto enduro portogallo gp1In E1 class race to forget for Davide Guarneri, arrived in Portugal after the good Spanish GP finished with a podium and one sixth position despite the strong back pain injured in training. Ready for the race after the third position of Friday evening in the prologue test, unfortunately in the first cross test he had a bad crash. Immediately transported to Castelo Branco hospital, then he was moved to Coindra hospital for an in-depth tac, which fortunately showed no injury or damage to the vertebrae. The prognosis is rest and the temporary suspension of training for a couple of weeks.

Another positive race for Thomas Oldrati, even more comfortable in E2 class with the Honda-RedMoto CRF 450RX Enduro. On Saturday he finished sixth, while on Sunday he managed to get the fifth position close to the top three.

In EJ1 class unlucky Saturday for Emanuele Facchetti, forced to the withdraw after a rock broke the engine; and positive Sunday thanks to a sixth final position after a constantly fight for the top positions. Next round of the Enduro World Championship is the Grand Prix of Latvia on June 3rd.

Davide Guarneri #39 CRF 250R Enduro: “I was ready to give my best but in the first cross test I had a bad crash probably because of a stone hidden in the ground. I immediately felt a lot of pain to my back. I went to Castelo Branco hospital, but for further investigation I was moved to Coimbra to do a C.T. Fortunately, the tests ruled out possible injuries to the vertebrae, but the doctors kept me under observation 24 hours and only on Sunday I could leave the hospital. Now I will have to rest and follow a specific rehabilitation therapy, hoping to be to my 100% for the Estonian GP in early June”.

redmoto enduro portogallo gp2Thomas Oldrati #22 CRF 450RX Enduro: “Positive weekend despite the hard and dry ground. Tough race but I had a good pace and I got good time laps. This is my third World competition with the CRF 450RX and I have to keep gaining experience. Thanks to the whole team for their excellent job”.

Emanuele Facchetti #32 CRF 250R Enduro: “On Saturday I was racing good but a rock broke my engine and I had to stop my race, while on Sunday I finished sixth. I’m pleased with my performance because I get good time laps all race long and above all at the end”.

Matteo Boffelli Team Manager “Tough race. We arrived in Portugal directly from Spain without a break, facing a technical GP. In addition, we had bad luck with Guarneri’s crash and Facchetti’s engine ruptured. But there are also positive aspects, such as Oldrati’s good race and the experience made by our rookie. We go back home with some satisfactions, ready to keep on working to achieve new results”.


 redmoto enduro portogallo gp4

GP del Portogallo tra luci ed ombre per Honda Racing RedMoto World Enduro Team


Dalla Spagna il Campionato del Mondo Enduro si è spostato in Portogallo, a Castelo Branco, che per il se condo anno consecutivo ha ospitato una gara iridata di alto livello tecnico-agonistico, con 12 prove speciali il sabato e 11 la domenica, articolate in un cross, un enduro e un extreme test.

redmoto enduro portogallo gp5Un weekend tra luci e ombre per Honda Racing RedMoto World Enduro Team, che tra infortuni, sfortuna, ma anche qualche soddisfazione, ha affrontato a testa alta il terzo round della stagione.

Nella E1 gara sfortunata per Davide Guarneri, arrivato in Portogallo dopo un GP di Spagna concluso con un podio e una buona sesta posizione nonostante il forte dolore alla schiena infortunata in allenamento. Pronto a dare il massimo con i migliori presupposti e dopo la bellissima terza posizione della speciale prologo, purtroppo subito nel primo cross test è stato vittima di una brutta caduta che gli ha procurato una forte contusione alla schiena già infortunata.

Trasportato immediatamente all’ospedale di Castelo Branco, è stato poi spostato a quello di Coimbra per una tac approfondita, che fortunatamente non ha evidenziato lesioni e danni alle vertebre. La prognosi è riposo e temporanea sospensione degli allenamenti per un paio di settimane.

Altra trasferta positiva per Thomas Oldrati, sempre più a suo agio nella E2 con la Honda-RedMoto CRF 450RX Enduro. Sabato ha concluso sesto, mentre domenica è riuscito a fare sua la quinta posizione vicinissimo alla top three. Nella EJ1 sabato sfortunato per Emanuele Facchetti, costretto al ritiro dopo che un forte contatto con una roccia ha provocato la rottura del motore; positiva invece la giornata di domenica, sesto ma costantemente in lotta per le prime posizioni. Il prossimo appuntamento con il Mondiale Enduro è il 3 giugno con il Gran Premio di Lettonia.

DAVIDE GUARNERI: “Sono partito motivato ma subito al primo cross test sono caduto probabilmente per una pietra nascosta dalla polvere. Ho fatto un gran volo e ho sentito subito un forte dolore alla schiena. Mi hanno trasportato all’ospedale di Castelo Branco, ma per ulteriori accertamenti sono stato spostato a Coimbra per effettuare una TAC. Gli esami hanno fortunatamente escluso possibili lesioni alle vertebre, ma mi hanno tenuto sotto osservazione 24 ore e solo domenica ho potuto lasciare l’ospedale. Ora dovrò riposare e seguire un’adeguata terapia di riabilitazione per essere pronto ad affrontare a inizio giugno il GP di Estonia”.

THOMAS OLDRATI: “Weekend positivo nonostante il terreno duro e asciutto non fosse a me molto congeniale. La gara è stata tosta, ma ho corso delle belle speciali mantenendo un buon ritmo. È la mia terza prova Mondiale con la CRF 450RX e devo continuare a fare esperienza. Grazie a tutto il team per l’ottimo lavoro svolto”.

EMANUELE FACCHETTI: “Sabato stava andando tutto bene ma una roccia mi ha rotto il carter motore e per evitare danni mi sono subito fermato. Domenica sono ripartito concludendo in sesta posizione. Sono contento della mia prova perché ho registrato buoni tempi anche a fine gara”.

MATTEO BOFFELLI TEAM MANAGER: “Trasferta complicata. Siamo arrivati direttamente dalla Spagna senza sosta, affrontando un GP tecnico e insidioso. Inoltre la sfortuna ha fatto la sua parte, con l’infortunio di Guarneri e il ritiro di Facchetti sabato. Ci sono però anche dei lati positivi, come la buona gara di Oldrati e l’esperienza del nostro rookie. Torniamo a casa con qualche soddisfazione, pronti a continuare a lavorare per ottenere nuovi risultati”.

redmoto enduro portogallo gp6

sponsor01 2017

­